riga
Scarica il Flash Player per visualizzare il filmato!!
Home arrow Collaborazioni arrow Sir arrow S 2010 arrow I Congresso Internazionale: Il Libro della Vita.
I Congresso Internazionale: Il Libro della Vita. PDF
di C. Dobner

Il CITeS, l’Università della Mistica dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi, è in fibrillazione e brulica di congressisti con una cartella fra le mani: I Congresso Internazionale: Il Libro della Vita.
P. Francisco Javier Sancho, Direttore del CITeS, è la persona più qualificata per rispondere a tutti gli interrogativi che una simile proposta suscita
:

Oggi ha senso dedicare un’istituzione universitaria alla Mistica?

Oggi si creano centri di studio dedicati a tantissimi scopi che sicuramente hanno un senso per certe persone. Per quanto riguarda la mistica forse è un debito che da anni avevano la Chiesa e il Carmelo con la società. Si parla oggi tanto di mistica ma non si hanno idee chiare. Si cerca la esperienza di Dio, ma non sempre si sa verso dove si cammina... Si studiano tante cose in riferimento alla vita dell’uomo (arte, dogma, morale...), perchè non studiare un fenomeno tanto profondamente umano e tanto necessario nella ricerca della pienezza e della felicità dell’uomo?

-Il mondo letterario pullula di autobiografie, più o meno interessanti e valide, di persone che hanno lasciato un segno nella storia, perché occuparsi di un libro scritto da una monaca in un Carmelo di Avila nel XVI secolo?

Perché siamo di fronte ad una esperienza che scopre nella propria vita una storia di salvezzza aperta a tutti. Abbiamo testimoni di tante cose e ci troviamo di fronte a biografie interessanti per le vicende avvenute. Una storia però nella quale emerga l’interiorità, il profondo dell’essere umano, è ancora qualcosa di straordinario. La Vita di Teresa apre alla propria vita e alla propria interiorità, di questo sempre abbiamo bisogno, perchè ci mette di fronte a quello che siamo.

Le idee che Teresa di Gesù vuole trasmettere non sono un poco polverose e, francamente, inadatte ai nostri vorticosi tempi?

Teresa non intende parlarci solamente dei problemi del suo tempo: ci parla di un’esperienza che coinvolge tutta la sua storia, il suo essere ed il suo agire. Non si tratta pertanto di una realtà storica, ma sempre viva. Come già detto, ha tanto da vedere con la realtà umana personale che trascende i tempi e i luoghi: l’attualità di Teresa va oltre i tempi e le culture, parla dell’uomo, della sua vicenda interiore, della sua costante ricerca di pienezza, della sua sete e necessità di essere felice.

Quale l’intento di questo Congresso, perché viene denominato Primo? Chi vi viene invitato?

L’intento è di rsicoprire e rileggere Teresa nell’oggi, cioè scoprire in quale senso Teresa ha ancora tanto da dirci e tanto da offrire all’uomo nella sua vita, personale, professionale ed anche religiosa. Certamente non è un congresso chiuso ma aperto ad un percorso che, anno dopo anno, cercherà di addentrarsi nelle profondità di una vita, di una esperienza e di un pensiero che può offrire tanto alla ricerca e alla necessità dell’uomo contemporaneo. Per questo i congressi sono aperti a tutte le persone interessate non soltanto alla figura di Teresa, ma interessate alla propria vita interiore e alla ricerca di una Verità.

L’itinerario che porterà alla celebrazione del Centenario della nascita di Teresa di Gesù quali secche deve evitare per essere lievito evangelico?

Inanzitutto vogliamo lasciare a Teresa di esprimersi nella sua realtà e nelle sue vere intenzioni. Il trascorrere del tempo, la mentalità, la religiosità... tante volte hanno avvolto Teresa un’immagine che non è sua, neanche voluta da lei. Il suo messaggio va oltre le estasi, per avvicinarsi alla vita quotidiana di igni uomo e donna. Vogliamo che Teresa sia la protagonista, che sia lei a parlare di se stessa, della sua esperienza di Dio, del Dio delle misericordie.

Ci può comunicare il desiderio profondo di voi organizzatori convergendo sulla testimonianza di Teresa?

Favorire, in fondo, il messaggio e il proposito apostolico di Teresa: tanto possano conoscere veramente Dio e vogliano diventare i suoi amici. Con questo siamo certi di offrire il migliore tributo a Teresa ed anche all’uomo e alla Chiesa.

23 AGOSTO
 
< Prec.   Pros. >

Chi e' online

Abbiamo 1 visitatore online

Davar

“In conclusione, fratelli, tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro, amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode, tutto questo sia oggetto dei vostri pensieri.” (Filippesi 4:8)

Powered by BibleGateway.com