riga
Scarica il Flash Player per visualizzare il filmato!!
Home arrow Pubblicazioni

Tu sei nostra. Viandanti ebrei, cristiani e mussulmani attraverso i secoli.
di Dobner Cristiana
 

Editore : OCD Morena-Roma

La narrazione teologica si apre nella prima metà del XV secolo sulla pista carovaniera, in vista del monastero di santa Caterina del Sinai: i personaggi portano nel loro nome il mistero della Risurrezione. Il percorso si snoda in paesaggi illuminati, seppur con diversa intensità, dal fuoco inestinguibile di un Roveto.
Viandanti ebrei, cristiani e musulmani sono lungo un tracciato che attraversa i secoli. In questa attesa itinerante nasce un sorprendente dialogo tra generazioni, prende vita una comunicazione tra un volto scavato e rugoso e un volto liscio e morbido; il ragaz-zo Anástasios e l'anziano monaco.
I due non hanno bisogno di grandi discorsi ma di parole e gesti semplici che si intrecciano fino alla meta. Fino all'incontro con l'immagine di Colei che con straordinaria tenerezza ha accolto, custodito e comunicato la Parola detta per tutti.
Un pellegrino vestito di bianco li ha preceduti, è prostrato a piedi nudi. Non. sappiamo se l'anziano e il ragazzo riescono a percepire le due parole: ma non è un condurti per mano. «Totus tuus..».
La seconda parte si snoda nel segno di colei che è Luce, inciso nei personaggi che lo portano in quanto è più caratteristico per ciascuno: il proprio nome.
Luce dell'olio dell'olivo, luce della preghiera, luce dell'incontro fra le tre grandi religioni monoteistiche.
Passano secoli di oscurità, di tenebra: la Theotokos del Roveto ardente è sempre pre-sente, ma velatamente.
Con la quarta parte il balzo dei secoli è compiuto: i tempi ci sono contemporanei. Tutti i personaggi cercano la pace e la propongono, ancora una volta, nel nome della pace e dell'olivo che tutti caratterizza.
Il centro però su di cui tutto e tutti ruotano è Lei, la Theotokos del Roveto ardente.
Chi conosca la tematica e la teologia del dialogo ebraico-cristiano potrà avvertire un tracciato soggiacente che regge l'andamento delle pagine, fecondate di ampie letture e intrise di passione per l'Unità.
La poesia e il silenzio, più che altre forme di comunicazione, fanno nascere le domande ultime, indicano le direzioni per incontrare le risposte ed infine la Risposta.
Poesia e silenzio chiedono di togliere i calzari.


- 0 voto (1608 visite)
Solo gli utenti registrati possono valutare i libri e scrivere i commenti
Nessun commento al libro

[Indietro]

Chi e' online

Davar

“In quel giorno direte: «Lodate il Signore, invocate il suo nome; manifestate tra i popoli le sue meraviglie, proclamate che il suo nome è sublime.” (Isaia 12:4)

Powered by BibleGateway.com