riga
Scarica il Flash Player per visualizzare il filmato!!
Home arrow Pubblicazioni

Dalla penombra toccata dall’allegria. Maria Zambiano la donna filosofo.
di Dobner Cristiana
 

Editore : OCD Morena-Roma

Maria Zambrano, mujer filósofo, è donna che si staglia nel panorama filosofico e politico del XX secolo.
Ancora molto giovane fu pervasa da un'intuizione: il sapere dell'anima, la razón poética, un logos che si facesse carico delle «viscere».
Zambrano fu la prima donna ad essere insignita del prestigioso Premio Cervantes per la Letteratura nel 1988: in esilio volontario, nel 1939, dopo la sconfitta della Repubblica spagnola, ella dimorò in diversi paesi da «eremita errante» (M. Cacciari) ed elaborò il suo pensiero in una realtà di vita precaria; solo ormai anziana, nel 1984, pose fine al suo peregrinare, fu riconosciuta nel suo paese e premiata da una Spagna monarchica.
E. Cioran, che la conobbe e la frequentò, la definì: «Un fuoco inferiore che si sottrae, un ardore che si dissimula sotto la rassegnazione ironica: in Maria Zambrano tutto sfocia in altro, tutto comporta un altrove, tutto.»
Cristina Campo si sentì in sintonia con Zambrano che chiamava «mia dolcissima Maria», «mia Custode», «Maria vicina sempre».
Ardente, filosofa dell'aurora, Zambrano porta inscritti in se stessa i due grandi mistici e scrittori spagnoli, Teresa di Gesù e Giovanni della Croce, con cui entra in dialogo, lasciandosene intridere e portandoli, da Guide e interlocutori, nel vivo di un discorso fiiosofico, nella razón poética.


- 0 voto (1732 visite)
Solo gli utenti registrati possono valutare i libri e scrivere i commenti
Nessun commento al libro

[Indietro]

Chi e' online

Davar

“In quel giorno direte: «Lodate il Signore, invocate il suo nome; manifestate tra i popoli le sue meraviglie, proclamate che il suo nome è sublime.” (Isaia 12:4)

Powered by BibleGateway.com